Pagine

lunedì 26 settembre 2011

'Google Standout' arriva in soccorso dei publishers on line

Google Standout
Si chiama Google Standout (traducibile grossomodo come “evidenziatore di Google”) il nuovo tag HTML della nota azienda californiana atto a facilitare l’indicizzazione tematica di contenuti rimarchevoli su Google News. A patto, però, che si prendano in considerazione argomenti effettivamente di rilievo e originali (come scoop, news di particolare interesse ecc.)

L’annuncio della nascita del suo nuovo algoritmo è stato dato da Google in occasione della conferenza dell'Online News Association, tenutasi a Boston lo scorso sabato. L’uso del metatag in questione sarebbe per ora circoscritto ai soli contenuti redatti in USA, anche se sembra abbastanza plausibile la sua accessibilità da parte di una ben più vasta cerchia di publishers on line. 



La funzione richiamata dal tag "standout" permetterà la visualizzazione di un’area visibile nella home page di Google News, che punterà direttamente all’articolo di rilievo (comunque aperta a qualsiasi segnalazione esterna di link). Basterà infatti inserire nell’header del codice HTML del proprio articolo il seguente tag: 
<link rel=”standout” href=”http://www.miosito.com/articoloeccezionale.html” />
per veder comparire (a insindacabile giudizio di Google) una ‘label’ richiamante il contenuto dell’articolo stesso, o parte di esso. Ad ogni modo, Google raccomanda sin d'ora di non utilizzare il tag "standout" per più di sette articoli a settimana, pena la credibilità per eccessiva autopromozione di contenuti. Insomma, a prima vista sembrerebbe trattarsi di un un valido sostegno per chiunque creda nell’originalità del proprio, e dell'altrui, lavoro.

0 commenti:

Posta un commento